Navigazione veloce
  A A A  

Auguri in Musica: il Liceo classico a Palazzo Cutò

Auguri in Musica: il Liceo classico a Palazzo Cutò

di Mimmo Aiello

L’ultimo giorno di scuola prima delle vacanze di Natale ha sempre avuto un fascino particolare : si vive un’atmosfera diversa dal solito vissuto quotidiano tipico della scuola. Professori e studenti si sentono già in pausa e invece di pensare a libri e registri, a Seneca o a come scansare la verifica, si fanno torte, si chiacchiera con i ragazzi, ci si scambiano gli auguri …

Il Liceo ormai da anni vuole consolidare tale atmosfera positiva e , in occasione dell’approssimarsi delle vacanze natalizie, è diventata una bella consuetudine fare un piccolo spettacolo musicale coinvolgendo i docenti e gli studenti che vogliano fare musica insieme . Tra i prof. qualcuno ha passione musicale altri persino un diploma del Conservatorio e non è stato difficile mettere su il gruppo che ha fatto gli Auguri in musica .

Ci siamo così ritrovati a Palazzo Cutò, verso le 11 di sabato 21 dicembre: nel Salone del pianoforte il sig. Manzella con gli altri del gruppo avevano già montato gli strumenti e l’amplificazione  e un centinaio di persone attendeva l’inizio dello spettacolo.

La prof. Lo Piccolo ha fatto la brava presentatrice conducendo la scaletta dei contributi musicali. Il prof. Calogero Zolfo, senza la sua solita tuta da ginnastica, era ben piazzato alla batteria; il prof. Stefano Jannuzzo, con la sua ormai classica aria svagata e ironica con le mani accarezzava i tasti del pianoforte del Comune e provava il suo brano di Liszt , la prof. Tina Di Genova, che aveva in programma Mina, la mitica Edith Piaf e il grande Gershwin  ( con Summertime) studiava  ansiosamente lo spartito mentre il prof. Mimmo Labate  ripassava le poesie ( della sua raccolta Oltre ) che doveva leggere con l’accompagnamento musicale  del pianoforte.

L’ansia dei docenti in quel momento era identica a quella degli studenti prima dell’interrogazione … in fondo, come disse De Filippo “gli esami non finiscono mai”.

Il pubblico comunque è stato generoso e attento: in prima fila il Dirigente scolastico emerito prof. Mimmo Figà insieme alla nuova Dirigente prof.ssa Pina Muscato,in una simbolica staffetta tra chi lascia e chi prende il difficile compito di dirigere una complessa organizzazione scolastica e insieme di educare le giovani generazioni in tempi che mutano con grande  velocità.

Tutto si è svolto molto bene : i professori ,con l’aiuto del figlio  chitarrista di Calogero Zolfo, ( che del padre ha preso la passione per la musica e l’altezza) hanno mostrato che la musica è parte integrante della cultura e non conosce confini disciplinari. C’è stato persino un fuori programma: la nostra Dirigente ha duettato con Tina Di Genova in una classica canzone natalizia.

Molto gradito l’intervento di Mimmo Figà che ha brevemente parlato della sua bella e importante esperienza umana e professionale che si è svolta per tutti gli anni della sua Presidenza al Liceo di Bagheria. Il preside Figà ha commosso tutti quando ha detto che aveva accettato l’incarico a  Bagheria e pensava di rimanere solo due anni per poi trasferirsi a Palermo ed invece gli anni passati a Bagheriasono stati 19!

Il prof. Aiello ha anche ricordato che  il Liceo classico Francesco Scaduto quest’anno compie il suo 60° compleanno: in quanto ufficialmente la nostra scuola è diventata autonoma nell’a. s. 1953-54 quindi sarebbe anche il caso di pensare a qualche  bella iniziativa per la ricorrenza.

Alla fine i saluti e gli auguri della DS ,prof.ssa Giuseppina Muscato che ha comunicato in anteprima che la storia della Musica sarà fra le nuove discipline integrative del POF e che ha accolto con entusiasmo il compito di Dirigente del Liceo Classico Francesco Scaduto e che svolgerà il suo ruolo al meglio delle sue possibilità.

Baci e abbracci e auguri fra tutti e per tutti hanno chiuso una bella e allegra  mattinata.